RSS

Killing Zoe

20 Set

Killing Zoe

 Un Gangster Movie fra i più riusciti della storia del cinema

Recensione di Woodypeck88 


Uscito nel 1993, non a caso Killing Zoe, diretto dal francese Roger Avary,   è apparso nelle sale cinematografiche pochi mesi dopo PulpFiction:

Anni prima infatti,  Avary e Tarantino avevano collaborato per scrivere  la sceneggiare RESERVOIR DOGS e fu  lo stesso Avary  a scrivere l’ ultima vicenda di PulpFiction ( che vede Bruce Willis protagonista).

Fu con grande orgoglio dunque, che Tarantino decise di ricambiare il favore, producendo lui stesso il primo lungo metraggio dell’ amico e collega: Killing Zoe

Regia: Roger Avary

Produttore esecutivo: Quentin Tarantino.

Musica: tornandandy

Genere: Drammatico/Azione

Trama:  Parigi, il 14 luglio – festa di commemorazione della presa della Bastiglia – una banda di criminali composta da dilettanti, tossicodipendenti , alcolizzati  compie una rapina all’unica banca aperta nella città. Ma nulla avviene come previsto: La ribellione degli impiegati, l’ assoluta incompetenza del gruppo e  la follia omicida del capobanda Eric, trasforma quello che doveva essere un rapido colpo mordi e fuggi in una vera e propria carneficina:  pochi ne usciranno vivi.

Assolutamente inequivocabile l’ omaggio che il regista fa ai Noir degli anni settanta,presentando nel suo film, parecchie caratteristiche del genere: personaggi dalla forte emotività, dialoghi brillanti, tanto espressionismo, tanto pathos,  alta tensione e   un’ opprimente sensazione di morte che man mano si fa sempre più concreta .

Con Killing Zoe entriamo in uno stile a metà strada tra il realistico e l’ eccedente: la pellicola scorre rapida, fredda e inesorabile mostrandoci gli eventi narrati con lucida voracità, quasi impaziente di raggiungere il fondo dell’ impetuosa  escalation di situazioni folli e disperate in cui si trovano i personaggi.

Il gioco di inquadrature è volutamente variabile ( vi sono dai campi aperti ai primissimi piani, dal rapido movimento all’ assoluta immobilità) in modo da suscitare nello  spettatore le giuste emozioni anche con la forma oltre che con i contenuti non lasciando nulla al caso.

Tuttavia, il vero piatto forte di Killing Zoe  è il cast,

completamente bilingue e dotato di grande talento:

Eric Stoltz interpreta Zed,  protagonista solo in apparenza,

poiché in realtà, non è altro che lo sguardo neutro attraverso cui lo spettatore percepisce l’ intera vicenda.


  Di Zed si sa quello che basta: è un ladro professionista, furbo e raffinato, abituato ad eseguire il suo “lavoro” in modo calmo ed efficiente senza sporcarsi le mani.

Unico rapinatore esperto della banda, nel corso del film, questo elegante predatore si trasformerà a sua volta in preda.

Sarà Zoe , la bella impiegata della banca, con cui Zed aveva avuto un rapporto poco tempo prima, a salvargli la vita. Il personaggio di Zoe è interpretato in modo molto naturale dall’ attrice Julie Delpy  che riesce a emanare una forte carica erotica attraverso semplici gesti o sguardi, senza tuttavia essere volgare.

Julie Delpy interpreta Zoe


La valenza di questo personaggio per lo più simbolica: come sta ad indicare il suo nome, Zoe simboleggia la vita, il bene, vie a cui Zed ha voltato le spalle quando ha deciso di unirsi ai rapinatori per aiutarli a compiere il  crimine, ma che alla fine, cercherà di recuperare, espiando le sue colpe con le lacrime e il sangue ( e non solo il suo).

 
Zed e Zoe dopo una notte di passione: la quieteprima della tempesta

In contrapposizione alla figura di Zoe, vi è Eric, il sadico capo dei rapinatori, implacabile, depravato e totalmente fuori di testa.

 
Jean Huges Anglades interpreta Eric

L’ attore che lo interpreta, Jean Hugues Anglade, si dimostra perfettamente all’ altezza di questo ruolo difficile che richiede una forte elasticità espressiva, vocale e fisica:

 Eric infatti è un “divo di scena”, conquista il rispetto dei compagni con battute ( di pessimo gusto) o con atteggiamenti volutamente comici,

Eric è un dissoluto, si droga, non ha nessun senso del pudore e il suo affetto per Zed raggiunge la morbosità,

Eric è marcio dentro, affetto di AIDS, la malattia non si limita a logorarlo fisicamente, ma anche spiritualmente: non resta nessun briciolo di moralità nel suo cuore.

infine Eric è  bestiale, si accanisce contro i suoi nemici con una ferocia tale da disgustare persino i suoi compagni.

Eric usa un’ ostaggio per obbligare un impiegatoad aprire la cassaforte della banca

Il resto del cast non è certo da meno:

Ammirevole è anche la  performance Salvator Xuereb, che pur interpretando un personaggio marginale buca lo schermo grazie ad una recitazione  energica e passionale.

sia i ladri che le vittime della rapina sono energici, umani e soprattutto immuni a qualsiasi clichè.

Abbondano le scene violente, isteriche, selvagge:

nessuno trattiene l’ istinto di sopravvivenza che gli  esplode nel petto, nessuno … neanche lo spettatore che sicuramente prenderà le sue parti!

 
scene del film

Avary, con uno stile squisitamente europeo, trasforma dunque un genere, normalmente Action Driven, in Character Driven: sono quindi i suoi personaggi a fare la differenza, e non tanto la trama, che come han rimproverato molte critiche degli anni 90, ha poco  di originale.

A chi è adatto questo film? A tutti gli amanti dell’ azione e dei gangster movie. Dopo un prologo volutamente molto lento, il film emana di botto una carica di adrenalina infernale che sicuramente non lascia indifferenti. Tuttavia, come ho già detto, molte scene sono crudeli e violente, possono urtare la sensibilità del pubblico.

Se volete altre informazioni sul film o se volete dire la vostra scrivete pure un commento

Advertisements
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 settembre 2011 in Film Stranieri, Home

 

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: