RSS

Rango

20 Set
Gore Verbinski.

Da colui che ci ha regalato i primi film de I Pirati Dei Caraibi ci si poteva aspettare solo un gran film.

 

Io personalmente all’inizio ero scettico. Sarà che in Italia abbiamo questo eccezionale talento di rovinare premesse fantastiche (Rapunzel in italiano è ridicolo, e in lingua originale brilla come una gemma, tanto per restare in tema d’animazione, quindi probabilmente se non l’ha già fatto qualcuno ne parlerò più avanti.. oppure per citare un altro esempio vogliamo parlare del cartone italiano di Batman? Va bene che avevamo questo stupidissimo gimmick di dare a Cristina d’Avena tutte le sigle del mondo, ma come abbiamo potuto mettere quella sigla al posto di una composizione congiunta di Shirley Walker e Danny Elfman ancora non lo capisco. Potrei andare avanti, ma torniamo a bomba), ma avevo visto solo trailer italiani. Inoltre, sui western sono molto pignolo. Di recente ho visto il remake de Il Grinta (rigorosamente in originale), e m’ha fatto venire i brividi.

Devo smetterla di parlare di altri film. Allora.
Inspira.

Espira.

Concentrati.

Rango è un film d’animazione di Gore Verbinski, sul quale la mia prima impressione è stata totalmente errata. E’ un lavoro di fattura eccezionale non solo per la grafica, ma anche per il comparto sonoro e di storia.

Pur essendo un film d’animazione, si prende molto sul serio in quanto western, regalando piccoli easter egg , reinterpretazioni, citazioni e dosi di divertimento sui nomi di Sergio Leone, Chuck Jones e vari altri. La storia vede questo piccolo camaleonte domestico (che ha la voce di Johnny Depp e il cui atteggiamento tra l’altro mi ricorda terribilmente Gex, protagonista dell’omonimo videogioco su PlayStation 1) che vorrebbe fare l’attore e parla ai suoi amici immaginari sul palco che ha imbastito. Il lavoro di cambio dall’ambientazione del suo improvvisato set cinematografico su una splendida spiaggia hawaiiana all’inospitale distesa sabbiosa del deserto del Mojave è semplicemente geniale. Difatti, il piccoletto cade con tutta la sua vaschetta dalla macchina del suo padrone, e si trova tutto solo su una strada che l’attraversa.


Senza starvi a rovinare troppo la trama, dato che detesto far spoiler, la premessa è che una volta caduto dalla macchina il camaleonte incontra un armadillo chiamato Carcassa (interpretato da Alfred Molina, il Dottor Octopus in Spider Man 2) che lo indirizza verso la città di Polvere, e lungo la strada incontra un falco che lo insegue per parecchio tempo. Dopo essergli sfuggito, incontra Borlotta (Isla Fisher), una lucertola che lo porta fino a Polvere, dove una serie di circostanze lo portano a interpretare la parte di Rango, infallibile pistolero e quasi-clone di Clint Eastwood di Leone. Tra le altre comparse maggiori figura un tributo al film Chinatown di Polanski, che non è nemmeno un western.

Il comparto sonoro del film è curato dal grande compositore Hans Zimmer, ed è trattato in via interattiva con un gruppo di gufi mariachi che seguono letteralmente Rango in giro facendogli da colonna sonora e da narratori per gli eventi chiave e riassunti.


Il finale rallenta un po’ il ritmo del film in generale, volendo rendere omaggio ai western in generale e prendendosi non solo sul serio ma volendo apparire anche come un film reale. Nonostante ciò, Rango merita, dall’inizio alla fine. Un sequel non è previsto, ma conosciamo la relazione tra Verbinski e Depp. Quando questi si appassionano a ciò che fanno, anche mettendoci un po’, un bel seguito lo fanno, se il pubblico lo domanda a gran voce. Johnny Depp in particolare ha la tendenza ad affezionarsi ai personaggi che interpreta (il che ha permesso alla serie dei Pirati dei Caraibi di respirare dopo il quarto e non eccessivamente apprezzato film della serie. Depp ha preteso che la serie rallentasse un po’, perchè per lui vestire i panni di Capitan Sparrow è sempre un’esperienza speciale).


Hell yeah.

Così com’è speciale questo film. Preso così com’è, è un bel film già di suo. Chiunque sia appassionato di western lo apprezzerà il doppio.

Advertisements
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 settembre 2011 in Film D'animazione

 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: